EDIZIONE 2012

L’esposizione alla Mediateca Santa Teresa di Brera a Milano, chiamata “Mediterraneo: mare nostrum” fotografie tra mare e terre, parte da uno degli eventi eccezionali di cui questo mare è stato testimone silenzioso: l’inizio della primavera araba nel 2011 e la fuga dei migranti. Molti tra loro hanno trovato nel mare il loro unico approdo. Molti, hanno avuto nel Mediterraneo anche l’approdo ultimo. Secondo Fortress Europe dal 1988 ad oggi sono morte nel canale di Sicilia decine di migliaia di persone.

Le immagini. Giuseppe Carotenuto, “Rivoluzione dei Gelsomini: Tunisia”; Giulio Piscitelli, “Percorsi dei migranti verso Lampedusa”; Roberto Salomone, “Migranti tra mare e terra”. Fotografie che immortalano la fame, la guerra, il viaggio, la conoscenza sottolineando quanto il fattore “umano”, la persona e la sua socialità, precede qualsiasi considerazione. Realtà che “ci riguardano”.

L’esposizione si sofferma, poi, sul lavoro fotografico di un reporter d’eccezione: Francesco Cito.

“Sulla Terra Chiamata Palestina “ è il racconto di un’umanità peregrina scattati tra il 1993 e il 2002. Il primo viaggio e il contatto di Francesco Cito con la realtà nella terra di Palestina occupata risale al 1983. Il suo viaggio fotografico in questa terra prosegue tutt’oggi.