EDIZONE 2014

L’esposizione a Napoli al Castel dell’Ovo nel 2014 chiamata “Mediterraneo: mare nostrum” fotografie tra terre e mare, per l’attenzione particolare dedicata al tema delle migrazioni, ha raccontato scorci di realtà differenti nelle sale espositive, suddivise tra un primo e un secondo piano, di Castel dell’Ovo.

Le fotografie collocate al primo livello, hanno illustrato le condizioni in cui vivono i migranti provenienti da svariati Paesi che passano spesso dallo status di profughi nei campi realizzati dall’Unhcr, a quella di migranti sulle carrette di mare fino a Lampedusa, a quella infine di reclusi nei Centri di detenzione distribuiti sul territorio italiano. Questa sezione, dedicata al mare, si è chiusa con una finestra sulle seconde generazioni, i figli di immigrati nati e cresciuti in Italia.

Al secondo livello, le fotografie messe in mostra hanno mostrato alcune delle condizioni di vita e di ricerca fotografica sulle sponde del Mediterraneo. Questa sezione, dedicata alle terre che affacciano sul Mediterraneo, ha dato spazio e attenzione alla Palestina e ad Israele attraverso gli sguardi di tre fotografi, si è soffermata poi sulla condizione del Patrimonio architettonico artistico e culturale italiano presentando il caso degli scavi di Pompei e si è conclusa con uno sguardo alle culture e tradizioni di Algeria e Francia.