Tar Beach. Life on the Rooftops of Little Italy. Susan Meiselas. Damiani Editore. Bologna, Italia

Nel quartiere di Little Italy a New York c’è un luogo che ha visto sfilare davanti a sè intere generazioni di immigrati italiani. Sui suoi tetti, caratterizzati da ampie terrazze, si svolgevano i riti collettivi di un’intera comunità̀. Le più̀ disparate occasioni, matrimoni, comunioni, lauree ed eventi speciali, trovavano sui tetti del quartiere il luogo ideale in cui festeggiare.

‘Tar Beach. Life on the Rooftops of Little Italy’ raccoglie un corpus di fotografie scattate in quelle occasioni tra il 1940 e il 1970. Tutto il materiale fotografico è frutto della selezione di Susan Meiselas e di due sue vicine di casa, Virginia Bynum e Angel Marinaccio.

Con un’introduzione scritta da uno dei più celebri figli della comunità italo-americana, il regista Martin Scorsese, ‘Tar Beach’ affronta con un taglio inedito l’integrazione degli immigrati italiani nella società americana del secondo dopo guerra. Scrive il regista: “I tetti erano i luoghi dell’evasione, i nostri santuari. Bastava percorrere quella rampa di scale perchè la folla, la sporcizia, il rumore costante, il caos, la claustrofobia, sparissero d’improvviso. Lì potevi respirare. Potevi sognare. Avresti potuto farlo.”